.

.

lunedì 10 gennaio 2011

Strappi d’autore ed emozioni con il decollage di Mimmo Rotella e le poesie di Alda Merini in mostra a Milano



In questi giorni la curiosità verso le tecniche decorative mi ha portata a visitare una mostra allestita a Milano; mi piace parlarvene perchè può rappresentare una fonte di ispirazione per chi ama sperimentare anche metodi diversi dal  "decoupage", oppure integrarlo con altre tecniche.
Scorrendo le pagine di un quotidiano ero stata attirata dal termine “Decollage” di cui sinceramente conoscevo ben poco, da lì la visita per capire meglio di cosa si trattasse.

Come si può facilmente intuire, è un  collage al contrario basato sullo strappo di fogli già incollati.
Mimmo Rotella, (l' artista  in questione), che amava strappare parti delle locandine dei film affissi per strada per poi ricomporli su lamiera, integrandole anche con apporti pittorici, è riuscito a creare delle vere e proprio opere di arte contemporanea.

La mostra verte intorno all’immagine di Marylin Monroe, soggetto principale della maggior parte dei quadri della mostra.

Notevole a mio parere è l’allestimento multimediale delle sale dedicate alla vita e le poesie di Alda Merini, soprattutto nell’ultima dove parole ed effetti  rappresentano in tutta la sua drammaticità il mito di Marylin.






La mostra è allestita a Palazzo Reale, Milano

Nessun commento: