.

.

giovedì 10 luglio 2014

Emozioni e creatività tra le pagine dei miei libri...



Pillole di libri che hanno lasciato il segno, romanzi e biografie che parlano di sentimenti ma non solo, di creatività ma non solo, libri che a me hanno trasmesso tanto e spero possano trasmettere tanto anche a voi, magari approfittando del riposo estivo...e se volete consigliarne altri..sono qui!





"Lo scopo non é finire, ma lavorare: creare la trama, sentire il rumore dei ferri, vedere aumentare le maglie...Non appena Mary prese i ferri e cominciò a lavorare, la sua rabbia svanì. Il movimento di far svivolare un ferro attraverso una maglia e tirare il filato sull'altro la calmarono, insieme con la sensazione della lana tra le dita..."

Il club dei ricordi perduti- Ann Hood



"Dopo ore di lavoro ed una comunione così intima tra spirito e materia, la separazione non poteva che essere dolorosa, ma ogni artista deve imparare a deporre le armi, perchè la sua creazione non gli appartiene.
 Perchè essa viva, bisogna darle la libertà."

La soffiatrice di vetro - Theresa Révay



"In quel periodo persi il conto e adesso non riesco a ricordarmi tutti i posti dove sono stata, tranne alcuni impossibile da scordare, come la casa della signora della porcellana fredda....aveva scoperto la formula della Materia Universale come lei modestamente chiamava una mistura di carta di giornale messa a mollo nell'acqua, farina comune e cemento per dentiere...La porcellana fredda è una tentazione pericolosa perchè una volta dominati i suoi segreti nulla impedisce all'artigiano di copiare tutto l'immaginabile fino a costruire un mondo di menzogna e a smarrirsi lì dentro..."


Eva Luna - Isabel Allende



"Cosa sarei in scena se nella vita non amassi, non vivessi, non fossi toccata da emozioni, paure, speranze e delusioni? Ognuno vive lo stesso spettacolo in modo personale: artista è chi, con la propria sensibilità, riesce a portare questa emozione agli altri. L'artista non ha ansia, vive come se l'eternità gli stesse innanzi, sereno e spensierato"


 "Passo dopo Passo"Carla Fracci




"Gli era sempre piaciuto quel processo di trasformazione, la creazione di qualcosa dal nulla. 
Stava bene con se stesso. Non gli mancava nulla"


La moglie che dorme Catherine Dunne 



Nessun commento: